Nel 1975 Estrada fu nominato numero due del Partito Comunista Cubano e ricevette l’incarico di mantenere le relazioni con la sinistra dei paesi latinoamericani e con i movimenti guerriglieri. In seguito ha ricoperto il ruolo di ambasciatore di Cuba in Giamaica, Yemen, Algeria e Mauritania.
Estrada è stato anche giornalista per il quotidiano Granma, per l’Habanero e in altri media cubani. Alcuni anni fa ha pubblicato un libro nel quale ha raccontato la sua vita da guerrigliero, il periodo al fianco di Guevara e anche la sua storia d’amore con Tania, smentendo le voci di un legame tra la donna e il Che all’epoca della presenza di entrambi in Bolivia.
Negli ultimi anni, Estrada, è stato direttore della rivista Tricontinental, bimestrale in quattro lingue, legata alle lotte di liberazioni dei paesi e popoli di Asia, Africa e America Latina.  Il suo funerale è avvenuto nel pantheon del Ministero degli Interni de L’Avana.

Pubblicazioni in catalogo:

Tania in Bolivia al fianco di Che Guevara (2012)