Christian Kolbe (Cracovia, 1961), giornalista ed esperto in criminologia, si è laureato in giurisprudenza presso l’Università di Varsavia. Dopo aver collaborato con la Gazeta Wyborcza, si è trasferito in Germania, dove ha insegnato alcuni anni nel Dipartimento di Diritto presso l’Università di Francoforte, dedicandosi, nei momenti liberi, all’attività di traduttore.

Tra le numerose opere da lui tradotte, per Edizioni Clandestine, ricordiamo: Memorie del sottosuolo, Ewald Tragy, Il processo, Le affinità elettive.

Titoli in catalogo:

Insospettabili mostri (2014)

Belli da morirne (2018)