Sabrina Paravicini è’ attrice, regista, scrittrice e sceneggiatrice. Esordisce nel 1993 con il film Stefano Quantestorie di Maurizio Nichetti, ha lavorato come attrice con Monicelli, Lizzani, Tavarelli.

Diventa popolare con il personaggio di Jessica nella fiction Un medico in famiglia dove resta per quattro edizioni.

Nel 2004 firma la regia di un lungometraggio di cui è anche interprete e produttrice, Comunque mia, distribuito da Columbia Tristar. È ideatrice e direttrice artistica del premio nazionale letterario Under30, dedicato a giovani autori sotto i trent’anni. Ha interpretato il personaggio femminile di Livia in Ho ammazzato Berlusconi, un film del 2008 diretto e sceneggiato da Gianluca Rossi e Daniele Giometto e basato sul romanzo L’omicidio Berlusconi di Andrea Salieri.

Ha pubblicato: Figli dell’albergo, (Zelig 1997), Capo Danno, ( I Corti – Edizioni EL 1998), Il cerchio del destino (Feltrinelli 2004), La camera blu (Rizzoli 2007 – Ripubblicato da Edizioni Clandestine nel 2012 con il titolo Diciassette anni, nove mesi, ventisette giorni).

Titoli in catalogo: 

Diciassette anni, nove mesi, ventisette giorni (2012)