Nata a Genova nel 1961, Giorgia Primavera dopo gli studi classici si laurea in Filosofia a Pisa, superando poi tutti i concorsi a cattedra. Assunta come educatrice in un convitto statale, dove lavora tuttora, a quarantacinque anni prende un’altra laurea triennale in Scienze e tecniche di Psicologia clinica e di comunità a Firenze. Non prosegue, però, gli studi specialistici, preferendo dedicare il tempo libero a una passione antica: scrivere. Anche perché nel frattempo il marito va in pensione fornendole quel supporto nel quotidiano necessario per ritagliarsi i momenti per scrivere. Il romanzo d’esordio, un thriller esoterico, “Il giardino immortale” viene pubblicato da Libromania con lo pseudonimo di Letizia Draghi. Con lo stesso nom del plume sono usciti diversi racconti e romanzi rosa, alcuni dei quali ironici ed editi da Rizzoli per la collana YouFeel come “Sotto il segno dei pesci”, “Quel cucciolo è mio! e “Dove osano le cicogne”.  Ha sempre avvertito, però, il genere rosa come qualcosa che le andava stretto, una gavetta cui si era sottoposta solo per farsi le ossa ed entrare nel mondo dell’editoria. Decide così di cambiare completamente registro e  cifra stilistica, per esprimersi come ha sempre desiderato.  “L’età delle certezze fragili”, pubblicato da Edizioni Clandestine, è il primo frutto di questo percorso.

Titoli in catalogo:

L’età delle certezze fragili (2016)